Passeggeri intossicati sul volo dalla Guadalupa

Durante il volo AZ8412, partito dall’isola caraibica di Guadalupa il 20 febbraio 2016, 20 tra i 247 passeggeri a bordo dell’aereo hanno accusato forti dolori gastrointestinali e febbre. L’Airbus A330 Alitalia “Canaletto” con marche EI-EJI era stato noleggiato come charter ed era decollato dall’aeroporto Le Raizet di Pointe-à-Pitre alle 18:20 locali.

Nel corso del volo, le condizioni fisiche di un certo numero di passeggeri sono peggiorate, ma dato che appartenevano allo stesso gruppo che nei giorni precedenti aveva partecipato ad una crociera e poiché alcuni lamentavano i disturbi già prima dell’imbarco sull’aereo, si è ipotizzato che il problema fosse dovuto ad un’intossicazione alimentare contratta prima del rientro. Inoltre, le condizioni fisiche dei passeggeri  non erano tali da richiedere uno scalo anticipato. Di conseguenza, l’A330 è regolarmente atterrato a Roma Fiumicino alle 8:33 del 21 febbraio.

Ad attendere i passeggeri malati il personale medico dell’USMAF (Ufficio di sanità marittima, area e di frontiera) di Fiumicino che li ha visitati e dimessi in giornata. Nessuno degli altri passeggeri presenti sul volo ha lamentato problemi, ma per precauzione l’USMAF ha svolto accertamenti e campionature sui cibi serviti a bordo.

Fonti: Il Messaggero, Omniroma

Nessun commento (cliccate per aggiungerne uno)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Commenti Facebook