Divise rinnovate e (in futuro) 3 nuovi aerei

Nel corso dell’Alitalia Day tenutosi il 18 maggio al Nazionale Spazio Eventi di Roma, la compagnia ha presentato le nuove divise del personale sia di volo che di terra. Erano passati quasi vent’anni dall’ultimo cambio e la creazione della nuova collezione è stata affidata allo stilista Ettore Bilotta. La scelta non è ovviamente stata casuale, dato che lo stilista è stato anche l’artefice delle divise Etihad, realizzate nel 2003. Bilotta ha utilizzato il colore rosso a simboleggiare la passione italiana e il verde per raffigurare i paesaggi del Paese. Le nuove divise verranno gradualmente distribuite ai 5.700 dipendenti Alitalia, incluso il personale al check-in e quello nelle lounge, dai primi di luglio. È previsto anche un restyling delle divise per i piloti e il personale operativo. “Con questa collezione completiamo il percorso di rinnovamento del nostro brand e della nostra flotta”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Alitalia Cramer Ball.

Il presidente di Alitalia Luca Cordero di Montezemolo e il vice presidente di Alitalia e presidente e CEO di Etihad Aviation Group, James Hogan, hanno ribadito che la compagnia ha avviato un piano triennale di rilancio con l’obiettivo del ritorno all’utile nel 2017. Da gennaio 2015, Alitalia ha condiviso oltre 470.000 passeggeri con Etihad Airways e nello stesso periodo la possibilità di negoziare e concludere acquisti congiuntamente con i partner ha permesso risparmi per oltre 13,5 milioni di euro. Volutamente assenti nelle dichiarazioni ufficiali – forse perché non propriamente esaltanti – i dati non aggregati, ovvero quelli relativi alla sola attività di Alitalia.

In ogni caso, la linea aerea ha in programma nel 2016 investimenti per 400 milioni di euro: risorse destinate all’ampliamento della flotta, al rinnovamento degli interni degli aerei, alla tecnologia e alle infrastrutture. Nel comunicato diramato dalla compagnia non c’è traccia di date e numeri relativi alla flotta, ma nel corso della conferenza stampa Hogan ha dichiarato che Alitalia ha in progetto di acquisire tre nuovi aerei Wide Body: un Boeing 777-200ER entro la fine di quest’anno, mentre per l’anno prossimo è previsto l’arrivo di un nuovo Airbus A330 e di un Boeing 777-300ER, il primo di questa variante in Alitalia. Nel 2017 la flotta a lungo raggio di Alitalia dovrebbe quindi arrivare ad un totale di 27 velivoli. Per quanto riguarda le nuove destinazioni, la compagnia punterà soprattutto su Stati Uniti, America latina e Asia, mentre la riapertura del collegamento diretto con Pechino è stata confermata a partire dal 18 luglio.

Fonti: Alitalia SAI, Aviazionecivile.it, Aviazionecivile.it (Facebook)
Foto: Mario Serranò

Nessun commento (cliccate per aggiungerne uno)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Commenti Facebook